Smart4Learn è una piattaforma realizzata dall’ASLTO3 per favorire lo scambio di contenuti e opportunità di collaborazione a tutti i professionisti della salute interessati a sviluppare forme di apprendimento condiviso e partecipato.

La piattaforma consente sia di creare e promuovere lo sviluppo di network professionali orientati alla condivisione esperienziale (Comunità di Pratica) e sia di produrre contenuti formativi USG (User generated Content) ovvero realizzati in maniera condivisa e partecipata dai professionisti stessi in un’ottica di Open Education.

L’obiettivo principale della piattaforma è quello di favorire i processi di innovazione dei sistemi di cura e la crescita professionale di chi in questi ambiti è impegnato quotidianamente facendo a volte fatica a trovare spazi e tempi adeguati da dedicare alla propria formazione continua.

I modelli di riferimento alla base della realizzazione del portale sono da una parte il Social Learning e dall’altra lo Smart Learning.

Il senso innovativo del Social Learning in un ambiente digitale risiede nel potenziamento della dimensione della socialità da parte delle tecnologie che permettono alle persone di mettere insieme relazioni e strumenti a favore di forme d’intelligenza collettiva.

La dimensione sociale dell’apprendimento consente, infatti, il superamento della distinzione tra ciò che è formazione, lavoro, comunicazione, knowledge management, ideazione e creatività per consentire alla conoscenza di essere immediatamente applicabile dove e quando serve, potenziando così dinamiche d’innovazione.

L’ambito della conoscenza che si preferisce nel modello del Social Learning digitale è quello della “pratica e utile” a risolvere problemi e a trovare soluzioni e idee in modo collaborativo, attingendo all’intelligenza e alle esperienze di tutti.

Inoltre il Social Learning consente di valorizzare il sapere in tutti gli ambienti in cui si genera favorendo modelli di apprendimento condiviso e situato.

La dimensione Smart che caratterizza il portale consiste da una parte nella predisposizione e nell’offerta di contenuti formativi di facile e rapida fruizione, possibilmente generata attraverso strumenti di co-costruzione dei contenuti stessi, come nel caso ad esempio dei MOOC, o di altri formati di tipo multimediale come i tutorial o i Webinar.

Dall’altra questa dimensione si esprime nelle modalità di accesso ai contenuti messi a disposizione dal portale secondo un modello crossdevice, ovvero attraverso tutti i tipi di dispositivi con particolare riferimento a quelli mobili, oggi sempre più diffusi anche tra i professionisti sanitari.

Il rapido progresso della telefonia mobile, delle comunicazioni e connessioni wireless e delle tecnologie di rilevamento permette infatti lo sviluppo di contesti di apprendimento ubiquitari (u-learning) ovvero di ambienti contigui e sensibili al contesto del soggetto che apprende e che sono in grado di rilevare le esigenze di apprendimento e adattarle al suo mondo reale.

Ciò significa poter offrire al destinatario informazioni e contenuti nel posto giusto e al momento giusto e nei modi più semplici di accesso e di forma.

Per Smart Learning quindi si intendono tutte le forme, gli strumenti e le modalità di offerta e fruizione di contenuti formativi orientati alla flessibilità e alla semplicità.

Michele Presutti – Direttore S.C. Ricerca e Formazione ASLTO3

English English Italian Italian